A piccoli passi

A piccoli passi

Come cambiare le proprie cattive abitudini con poche semplici variazioni nello stile di vita

Per raggiungere un obiettivo, un sogno, un proposito importante basta organizzarsi procedendo a piccolissimi passi; non c’è bisogno di rivoluzionare la propria vita. Lo spiega bene nel suo libro Fattore 1% – piccole abitudini per grandi risultati (edizioni Giunti) lo psicologo Luca Mazzucchelli.

La strategia giusta per cambiare un’abitudine nociva è, secondo l’autore, quella del fattore 1%. Cos’è? E’ un elemento piccolo che si introduce nelle nostre esistenze in modo molto discreto, senza ceare scompiglio, ma capace di mettere il pilota automatico ai comportamenti positivi.

Esempio: vuoi smettere di fumare? Comincia a ridurre una sigaretta al giorno. Un cambiamento minimo e lento dà il tempo al tuo cervello di accettarlo senza traumi e gesti drastici che ti farebbero tornare presto al punto di partenza.

Se vuoi scrivere un libro e ne metti giù l’1% al giorno, in cento giorni lo finisci. L’1% fa la diferenza, anche se non fa clamore.

Vorresti diventare più gentile con familiari e colleghi? Dire una parola piccola piccola come “grazie” migliora le cose, se la ripeti tutti i giorni.

Un segreto per attivare il cambiamento? Associa la nuova abitudine a una gratificazione. Se ad esempio vuoi iniziare ad alzarti presto al mattino per avere più tempo da dedicare a te prima del lavoro, fai in modo che quel risveglio sia accompagnato da qualcosa di piacevole: una bella doccia con essenze profumate o l’appuntamento per la colazione in una bella pasticceria con un’amica mattiniera.

Caterina Carloni

Fattore 1% di Luca Mazzucchelli

cateca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *