IL NATALE E LA SECONDA NASCITA

IL NATALE E LA SECONDA NASCITA

Il solstizio d’inverno è il momento in cui la luce riprende a crescere, ma al contempo il freddo diventa più forte. Nella natura e nel cosmo, il seme che è stato deposto sotto terra, al riparo dalle intemperie, custodisce in sé il proprio progetto e lo alimenta con il proprio calore.

Speculare al fenomeno fisico è il fenomeno interiore. Nel momento del solstizio, gli esseri umani pronti per un avanzamento evolutivo verso una maggiore consapevolezza, possono ricevere un flusso abbondante di correnti spirituali che alimenteranno il seme della seconda nascita.

«Che cosa s’intende per “Seconda nascita”? La prima nascita la conoscono tutti: è quella del bambino che nasce nel mondo fisico, con due braccia, due gambe, un naso, la bocca, i polmoni … E respira, mangia, parla, cammina… La seconda nascita richiede anch’essa un concepimento, ma questo avviene in un altro mondo, un mondo dove lo spirito si unisce alla materia pura, per concepire un bambino divino. E quando il bambino nasce nel mondo spirituale, anch’egli può parlare, camminare e lavorare in quel mondo. La seconda nascita significa quindi: poter entrare e vivere in un universo di un’altra dimensione. Quando l’anima e lo spirito si uniscono, mettono al mondo un seme che si sviluppa come una nuova coscienza. Questa nuova coscienza si manifesta come una luce interiore che scaccia le tenebre, come un calore talmente intenso che, se anche il mondo intero vi abbandonasse, non vi sentireste mai soli; come una vita abbondante che fate scaturire ovunque vi portino i vostri piedi, come un afflusso di forze che consacrate all’edificazione e alla costruzione del Regno di Dio, ma anche come una gioia, una gioia straordinaria di sentirvi in collegamento con tutto l’universo, con tutte le anime evolute, di far parte di questa immensità … E la certezza che nessuno può togliervi tale gioia. In India, questo stato viene chiamato “coscienza buddhica”, mentre i cristiani lo chiamano “la nascita del Cristo”. Sì, la nascita del principio divino è un avvenimento interiore talmente eccezionale che nessuno può non riconoscere.»*

La nascita del bambino – la seconda nascita – rappresenta il risultato di un lavoro intenso e profondissimo. È l’unione dei due principi maschile e femminile: la mente e il cuore, lo spirito e la materia, il Cielo e la Terra.

«L’uomo non può far nascere in sé Gesù, se prima non ha capito sua madre, la terra. Se non sa che cos’è la terra, se non intrattiene con essa delle relazioni affettuose, rispettose, coscienti, non ha alcuna possibilità di trasformare il suo corpo fisico. Il nostro corpo fisico è in relazione con la terra e ritornerà alla terra, perché è da là che deriva, ed è il suo frutto, suo figlio. Se l’uomo non intrattiene buoni rapporti con la terra, il Cristo non può nascere nelle sue azioni, nel suo corpo fisico. Non si pensa mai che la terra è un essere intelligente. La si studia soltanto dal punto di vista geografico: tanti abitanti, tanti mari, oceani, laghi, montagne, fiumi … La terra è la creatura più sconosciuta, più disdegnata, più trascurata, e grandi calamità verranno proprio per questo … Sì, per il fatto che non rispettiamo nostra madre, che ci ha dato il suo corpo, il nostro corpo. Esiste una scienza prodigiosa sulla relazione che l’uomo deve intrattenere con la terra, sul comportamento che deve avere nei suoi confronti: come parlarle, come ringraziarla, come ricevere le sue energie, come affidarle tutte le impurità, affinché la terra le trasformi. Perché la terra possiede nelle sue viscere dei laboratori dove è in grado di trasformare tutto, ed è quello che fa senza sosta: tutte le impurità, tutte le scorie che le vengono affidate, le trasforma per produrre fiori, frutti e tutto ciò che è bello e buono. La terra è molto intelligente!»*

Le riflessioni sul Natale, festa che celebra la nascita di un uomo e di tutti noi a più livelli, aprono molteplici visuali e ci ricordano come, dalla notte dei tempi, la storia ci racconta chi siamo. 

*brani tratti dal libro NATALE E PASQUA NELLA TRADIZIONE INIZIATICA di Omraam Mikhaël Aïvanhov – Edizioni Prosveta

Elisabetta Mastrocola

Libro NATALE E PASQUA NELLA TRADIZIONE INIZIATICA di Omraam Mikhaël Aïvanhov – Edizioni Prosveta

COMPRA IL LIBRO

cateca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *